Assenzio arbustivo

Assenzio arbustivo

Nome scientifico: Artemisia arborescens
appartiene alla Famiglia delle Asteraceae
in sardo viene chiamata: Sentsu

 

Distribuzione. Specie ad areale vasto, che va dal Portogallo fino alla Grecia. In Italia è presente nelle regioni centro meridionali. In Sardegna è diffusa lungo le coste, nella pianure del Campidano e di Oristano e nei versanti assolati dei rilievi interni.


Ecologia e habitat. Piccolo arbusto dal colore grigio argento dovuto alla presenza di numerosissimi peletti bianchi. Il fusto è legnoso, corto e ramificato dalla base. I rami eretti sono ricoperti da foglie che appaiono frastagliate perché divise in sottili lacinie di 1 cm, anch’esse grigio-verde. I fiori sono piccolissimi e riuniti in capolini piccoli di colore giallo bruno. Questi sono raggruppati nelle cime dei fusti in infiorescenze a pannocchia spesso pendenti. La fioritura inizia ad aprile- maggio e si protrae fino all’estate. I frutti sono dei piccolissimi acheni allungati e bruni che presentano delle piccole ghiandole giallastre.
Cresce dal livello del mare fino ai 600 m di altitudine, ma soprattutto lungo le fasce litoranee, preferisce spazi aperti e soleggiati, pendii rocciosi ma si trova anche a bordo strada, su aree degradate, campi incolti e aridi.


Curiosità. Il nome della pianta è dedicato ad Artemisia, Dea greca della luna e della caccia e amante della natura selvaggia. La pianta contiene principi attivi ed oli che hanno proprietà officinali. Numerosi sono gli utilizzi nelle terapie tradizionali: con la preparazione di infusi e decotti si curano anemie e mal di denti. Lo si usa per stimolare l'appetito o per favorire la digestione. Attraverso inalazioni la si usa per curare bronchiti e raffreddori. Infine viene utilizzata anche in profumeria e come repellente per tarme e topi.