Cormorano

Cormorano

Nome scientifico: Phalacrocorax carbo sinensis classificato da Blumenbach nel 1798
Appartiene alla Famiglia dei Falacrocoracidi
In sardo viene detto: corvumarìnu, malgòne

E’ una specie abbastanza facile da avvistare ma solo durante l’inverno, perché comune in tutte le grandi aree umide della Sardegna. Non è facile da riconoscere perché molto simile al Marangone dal ciuffo. E’ una specie tutelata a livello nazionale. Frequenta prevalentemente ambienti umidi a salinità variabile quali: fiumi, lagune costiere, stagni e bacini d'acqua dolce, purché vi siano disponibili notevoli quantità di pesce, di cui si ciba. E’ un uccello fortemente gregario, che può costituire gruppi di centinaia di individui. Durante il giorno compie degli spostamenti dal dormitorio alle aree di alimentazione al sorgere del sole e al tramonto. I dormitori sono localizzati generalmente su bassi isolotti posti all'interno degli stagni dove i cormorani formano numerosi gruppi anche con altre specie di uccelli. il Cormorano ha penne permeabili, per questo trascorre molto tempo al sole ad asciugarsi.


Come riconoscerlo. E’ un uccello acquatico di grandi dimensioni, presenta collo lungo e dilatabile, becco uncinato grigio nerastro e zampe corte con piedi palmati. Il piumaggio è prevalentemente nero o scuro in ogni stagione ed età, ad eccezione della stagione riproduttiva per la comparsa di zone bianche all'altezza della coscia (calzone) e intorno al becco (bavaglio). I giovani si differenziano per avere le parti inferiori totalmente od in parte biancastre ed il becco giallo. Non ci sono differenze tra maschio e femmina.

 

Riproduzione. Nidifica quasi sempre in colonie su alberi, all'interno di zone umide e più raramente su pareti costiere, mantenendo una carte fedeltà ai siti riproduttivi. La deposizione delle uova avviene tra  marzo e luglio, ciò dipende dalla temperatura stagionale. Le covate sono di 3-5 uova che vengono incubate da entrambi i genitori per 28-30 giorni. Le uova si schiudono tutte contemporaneamente e l'involo avviene dopo 50 giorni. In Sardegna è presente solo una piccola colonia nidificante sulla costa di Oristano.

 

Alimentazione. E’ un uccello ittiofago, si ciba infatti esclusivamente di pesce, che caccia in grandi quantità, per questo non è molto amato dai pescatori.