Giunco nero

Giunco nero

Nome scientifico: Schoenus nigricans L.
appartiene alla Famiglia delle Cyperaceae
in sardo viene chiamata: Zinniga

 

Distribuzione. Il Giunco nero è una specie subcosmopolita (cioè che si trova in quasi tutte le zone del mondo). In Italia è comune su tutti i litorali della penisola  comprese le isole minori e maggiori; raramente è presente anche all'interno. In Sardegna si trova lungo tutti i litorali ma anche in aree più interne in ambienti umidi sia di acque dolci che salate.


Ecologia e habitat. Pianta perenne, alta fino ad 80 cm, che forma densi cespugli resistenti. I fusti sono generalmente incurvati verso il basso. Le foglie giunchiformi (cioè che somigliano a quelle dei giunchi), sono lunghe almeno la metà del fusto e accompagnate da guaine inferiori nero-lucide, terminano con una lamina pungente all'apice. Infiorescenza è formata da 5-15 spighe. Queste ultime nere, brillanti, a forma di lancia (lanceolata), generalmente formata da 2-3 fiori poco appariscenti con stami e stimmi di color crema che fuoriescono dall’infiorescenza. Periodo di fioritura va da aprile fino a luglio.
Cresce in prati umidi torbosi, torbiere basse, spesso formando popolamenti densi, quasi puri, ma anche in ambienti retrodunali, talvolta in ambienti asciutti.

 

Curiosità. Il suo nome deriva dalla somiglianza di questa pianta con quelle del genere Juncus (il giunco, che era chiamato in latino “schoenus”); il nome della specie “nigrans” si riferisce invece alla spiga di colore nero. Possibile confusione con Schoenus ferrugineus , pianta più gracile e con la spiga più piccola e di un colore marron; ma non ci sono segnalazioni per quest’ultima specie in Sardegna.