Le zone umide

Le zone umide sono ecosistemi acquatici complessi, rappresentati da stagni, lagune, laghi, aree di ristagno fluviale, foci dei fiumi e semplici pozze d’acqua di natura temporanea. Esse assolvono un ruolo ecologico di grande rilievo, essendo tra gli ecosistemi a maggiore ricchezza di biodiversità, che ospitano molteplici specie faunistiche e floristiche di estremo pregio, alcune delle quali particolarmente rare e a rischio estinzione. Questi ambienti svolgono anche un’indispensabile funzione nei processi ecologici di degradazione e riciclo dei nutrienti. Le zone umide, inoltre, assolvono a rilevanti funzioni socio-economiche: alcune brillano per le attività di pesca, l’agricoltura o la produzione del sale, mentre altre si caratterizzano per la valenza ricreativa e di fruizione turistica, altre ancora sono importanti recettori dei reflui urbani, industriali e agricoli.

In primo piano

19.07.2016
News
Grazie ad un finanziamento del Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, nel quadro della Strategia Nazionale per la Biodiversità, Iniziative per l’implementazione del turismo sostenibile, l’Assessorato della difesa dell’ambiente della Regione Sardegna ha realizzato un sito dedicato alle zone umide della Sardegna. Il sito,...

Un coinvolgente documentario sulle aree protette della Sardegna

Alla scoperta del patrimonio ambientale della Sardegna, grazie alle splendide ed emozionanti immagini del documentario "Sardegna, natura da vivere" realizzato dall'Assessorato della difesa dell’ambiente della Regione.

Finanziato dal Ministero dell’Ambiente nel quadro della "Strategia Nazionale per la Biodiversità", il video si propone di far conoscere le risorse naturali e le opportunità di fruizione turistica delle Aree protette regionali, per stimolare la domanda di un turismo attivo e sostenibile.

 

 

 

Guarda la versione completa del documentario: https://www.youtube.com/watch?v=igRclJsB-O8

Galleria multimediale